La Torre di Pisa

torre di pisa

La Torre di Pisa, detta anche Torre Pendente, o semplicemente La Torre, è il Campanile della cattedrale di Santa Maria Assunta, situato in Piazza dei Miracoli di cui è il monumento più famoso per via della sua pendenza, simbolo della città e fra i simboli iconici d'Italia. Si tratta di un campanile alto 57 metri costruito nell'arco di due secoli, tra il dodicesimo e il quattordicesimo secolo, con una massa di 14.453 tonnellate. La pendenza è dovuta a un cedimento del terreno sottostante verificatosi già nelle prime fasi della costruzione.

L'inclinazione dell'edificio misura 3,9° rispetto all'asse verticale. La torre è gestita dall'Opera della Primaziale Pisana, ente che gestisce tutti i monumenti della piazza del Duomo di Pisa. È stata proposta come una delle sette meraviglie del mondo moderno.

Un po’ di storia:

I lavori iniziarono il 9 agosto 1173. Come era solito fare con i fari e con le costruzioni adiacenti al mare in genere, le fondamenta vennero lasciate a riposare per un anno intero. Alcuni studi attribuiscono la paternità del progetto all'architetto pisano Diotisalvi, che nello stesso periodo stava costruendo il battistero.

La prima fase dei lavori fu interrotta a metà del terzo piano, a causa del cedimento del terreno su cui sorge la base del campanile. La cedevolezza del terreno, costituito da argilla molle, è la causa della pendenza della torre e, sebbene in misura minore, di tutti gli edifici nella piazza.

I lavori ripresero nel 1275 sotto la guida di Giovanni di Simone e Giovanni Pisano, aggiungendo alla costruzione precedente altri tre piani. Nel tentativo di raddrizzare la torre, i tre piani aggiunti tendono a incurvarsi in senso opposto alla pendenza. Il campanile fu completato alla metà del secolo successivo, aggiungendo la cella campanaria.

Negli anni successivi, fino ad oggi, sono stati eseguiti numerosi restauri e tentativi di consolidamento. Dal marzo 2008 la torre ha raggiunto il livello definitivo di consolidamento sotto il profilo dell'inclinazione, attestatosi di nuovo su 3,97°, con uno spostamento alla cima del campanile di quasi mezzo metro, un valore che dovrebbe rimanere inalterato per almeno altri 300 anni. Dopo vent'anni, il 22 aprile 2011 sono terminati i lavori di restauro delle superfici lapidee, sia negli esterni che negli interni.

Struttura:

La struttura del campanile incorpora due stanze. Una alla base della torre, nota come sala del Pesce, per via di un bassorilievo raffigurante un pesce. Tale sala non ha soffitto, essendo di fatto il cavo della torre. L'altra invece è la cella campanaria, al settimo anello. Delimitata dalle mura del camminamento superiore, è anch'essa a cielo aperto e al centro, tramite un'apertura, è possibile vedere il pian terreno della torre. Sono inoltre presenti tre rampe di scale: una ininterrotta dalla base fino al sesto anello, dove si esce all'esterno; una, a chiocciola più piccola che porta dal sesto anello al settimo; infine una ancor più piccola, sempre a chiocciola, che porta dal settimo anello alla sommità.

 

Torre Pendente Pisa

Torre Pendente

Piazza dei Miracoli Pisa

Torre Pendente, Piazza dei Miracoli, Pisa

 

  • Altezza: 58,36 metri sul piano di fondazione
  • Altezza sul terreno: 55,86 metri sul lato più basso e 56,70 metri sul lato più alto
  • Altezza di ogni loggiato: 5,82 metri
  • Diametro esterno alla base: 15,484 metri
  • Diametro interno alla base: 7,368 metri
  • Diametro della fondazione: 19,58 metri
  • Diametro del foro alla fondazione: 4,5 metri
  • Circonferenza alla base: 48,6 metri
  • Massa: 14.453 tonnellate
  • Direzione della pendenza: 1173-1250 N, 1272-1997 S
  • Campane totali: 7
  • Scalini fino alla cella campanaria: 296

 

Campane:

campanile piazza dei miracoli

 

  • Assunta - Si2 La più grande, la cui massa ammonta a 2600 kg e fu fusa nel 1654 da Giovanni Pietro Orlandi.
  • Crocifisso - Do#3 la cui massa ammonta a 1850 kg e fusa originariamente nel 1572 da Vincenzo Possenti, poi rifusa nel 1818 da Gualandi da Prato.
  • San Ranieri - Re#3 la cui massa ammonta a 1150 kg e rifusa diverse volte e in ultimo nel 1735 da Pier Francesco berti di Lucca.
  • Dal Pozzo - Sol3 fu fusa nel 1606, danneggiata dai bombardamenti dell'ultimo conflitto mondiale, è stata musealizzata e nel 2004 al suo posto è stata inserita una copia della fonderia Marinelli di Agnone dalla massa di 490 kg.
  • Pasquereccia - Sol#3 la cui massa ammonta a 1014 kg fusa nel 1262 da Lotteringio di Bartolomeo (Locterineus de Pisis).
  • Terza - Sib3 H la cui massa ammonta a 330 kg e fu realizzata da maestranze lorene o alsaziane nel 1473.
  • Vespruccio - Mi4 la cui massa ammonta a 120 kg realizzata nel XIV secolo e rifusa nel 1501.

Le campane suonano prima delle messe in duomo ed a mezzogiorno tramite un sistema di elettrobattagli.

Anticamente ogni campana era adibita ad un momento della giornata liturgica. Ad esempio la Pasquereccia suonava per Pasqua, la Terza nell'ora terza del giorno (le nove di mattina), la campana del Vespruccio all'ora dei vespri (le sei del pomeriggio).

La campana di San Ranieri, si chiamava originariamente "Giustizia" e si trovava nell'omonimo palazzo. Soleva suonare per le morti dei traditori e, si suppone, suonò anche per la morte del conte Ugolino. Fu portata sul campanile nel XV secolo a sostituire l'originale Pasquareccia e rifusa in seguito nel 1606.